IL P.O.F. - Piano dell'offerta formativa

Il Piano dell'Offerta Formativa rappresenta la carta d'identità della scuola, nella quale vengono definite: la missione e le finalità educative della scuola, le scelte organizzative e didattiche, la progettazione curricolare, le iniziative integrative.

La Scuola dell'Infanzia "Gesù Bambino" articola il proprio curricolo in 4 ambiti:
  • IL SÉ E L'ALTRO
  • CORPO, MOVIMENTO E SALUTE
  • FRUIZIONE E PRODUZIONE DI MESSAGGI
  • ESPLORARE, CONOSCERE E PROGETTARE

(Indicazioni Nazionali per il curricolo, 2012).

Il P.O.F. persegue la maturazione dell'identità personale del bambino attraverso la promozione e la stimolazione di diverse intelligenze: interpersonale, intrapersonale, matematica, musicale, linguistica, visivo-spaziale e cinestetica (Teoria delle Intelligenze Multiple di Howard Gardner).

REGOLAMENTO INTERNO

Adottato dal consiglio di amministrazione e dal collegio docenti per l’anno scolastico 2014/2015

  • Sono ammessi i bambini di età compresa tra i due (sez. Primavera) e i cinque anni, previa iscrizione e autocertificazione (nascita e vaccinazioni). All’atto dell’iscrizione annuale va versata una quota stabilita dal consiglio di amministrazione.
  • I bambini con l’iscrizione sono impegnati ad una frequenza continuativa.
    • La scuola dell’infanzia apre alle ore 8.00 e chiude alle ore 16.00. L’accoglienza viene effettuata dalle ore 8.00 alle ore 8.45. I ritardi non giustificati e ripetuti comportano la non ammissione del bambino alla scuola.
  • Nella scuola funziona un servizio a pagamento di pre-scuola dalle ore 7.00 alle ore 8.00 e di post-scuola dalle 16.00 alle 18.00 promosso dai 7 Comuni dell’Ambito 6.3 di Azzano Decimo e gestito da una cooperativa.
  • I bambini accompagnati dai genitori o da delegati devono essere affidati personalmente ad un’insegnante; in nessun caso possono essere lasciati al cancello o in qualsiasi spazio scolastico. La responsabilità della scuola, pertanto, decorre dal momento e solo nel caso in cui il bambino venga consegnato all’insegnante presente.
  • I bambini possono essere prelevati da scuola nei seguenti orari: dalle 12.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 16.00 avvisando l’insegnante della presa in carico.
  • I bambini e i loro accompagnatori devono uscire dalla scuola e dall’area esterna entro le ore 16.00. Si ricorda che i bambini dopo questo orario non sono assicurati e pertanto la scuola non si assume alcuna responsabilità in caso di incidenti o altri eventi.
  • All’uscita da scuola, i bambini, verranno consegnati esclusivamente ai genitori o a persone di maggiore età da essi delegate al ritiro, utilizzando l’apposito modulo consegnato ad inizio anno scolastico. Alle persone non in possesso di delega i bambini non verranno consegnati.
  • Durante l’orario di attività scolastica, del pranzo e del riposo non è permesso disturbare né insegnanti né bambini. Per conferire con le  maestre è opportuno rispettare il calendario dei colloqui individuali. Tuttavia per comunicazioni brevi si può approfittare del tempo riservato all’accoglienza dei bambini.
  • In caso di allergie o intolleranze alimentari è obbligatorio fornire alla scuola un certificato medico con specificati, nel dettaglio, gli alimenti a rischio.
  • Ogni assenza va comunicata all’insegnante. Per la riammissione a scuola, dopo un’assenza per malattia i genitori devono presentare, nei moduli previsti, una dichiarazione di  avvenuta guarigione.
  • In caso di: vomito, scariche diarroiche, febbre, congiuntivite, herpes, malattie infettive e stomatiti i bambini devono rimanere a casa, per evitare contagi.
  • Il personale scolastico si premurerà di contattare con urgenza la famiglia di ciascun bambino indisposto durante la permanenza a scuola . In questo caso e/o per altre giustificate necessità i genitori possono prelevare i figli da scuola al di fuori dell’orario di uscita.
  • I genitori i cui figli dovranno assumere farmaci, provvederanno personalmente o tramite persona delegata alla somministrazione.
  • È assolutamente vietato portare all’interno della struttura scolastica merendine o altri alimenti, bibite, succhi di frutta, ecc.
  • Chi usa il trasporto comunale è tenuto alla puntualità e alla comunicazione tempestiva di eventuali assenze, per evitare attese del mezzo pubblico.
  • Il cancello e le porte d’entrata alla scuola durante le attività saranno sempre chiusi. A quanti devono recarsi in segreteria si chiede di accedere da via Roma suonando il campanello.
  • I bambini, come il personale, non devono indossare monili preziosi per evitare infortuni o smarrimenti ( dei quali la scuola non intende risultare responsabile).
  • Durante le attività didattiche le insegnanti possono fare riprese con telecamere o foto per riflessioni collegiali sul loro lavoro mentre i genitori possono farlo solo su delega della scuola e il prodotto deve rimanere all’interno dell’istituto.
  • L’importo della retta annuale per la frequenza alla Scuola dell’Infanzia è di euro 1350 (residenti) e euro 1450 (non residenti); per la Sezione Primavera l’importo annuale è di euro 2550 (residenti) e euro 2650 (non residenti).
  • Gli importi menzionati si riferiscono all’intero anno scolastico e decorrono finanziariamente dal 1 settembre 2014 al 30 giugno 2015 (10 mesi). E’ consentita la rateizzazione dell’importo annuale in 10 quote mensili. A tal riguardo, si sottolinea che:

- l’importo mensile non viene calcolato in base ai giorni di frequenza del bambino
- malattie dell’alunno o altre assenze giustificate, non motiva il ritardo di pagamento

  • I versamenti delle quote di frequenza devono essere effettuate entro i primi 10 giorni del mese presso la segreteria della scuola, oppure tramite bonifico bancario, dando come identificativo il nome e il cognome del bambino e precisando il mese per il quale viene fatto il versamento. Il personale docente non è autorizzato alla riscossione delle rette.
  • La banca di riferimento della scuola è: la Banca Credito Cooperativo Pordenonese, agenzia di Pasiano di Pordenone, via Roma. Il codice IBAN è il seguente IT 59G 08356 64930 000 000 019337
  • A partire dal 1 gennaio 2015 il pagamento della quota di frequenza dovrà essere effettuato ESCLUSIVAMENTE tramite bonifico bancario.
  • La scuola d’infanzia “Gesù Bambino” di Pasiano potrà considerare l’annullamento dell’iscrizione al servizio – e quindi la non accoglienza dell’alunno - qualora la quota mensile ritardi oltre 60 giorni dalla scadenza di pagamento. La scuola provvederà ad avvisare formalmente l’Amministrazione Comunale la presenza di famiglie che non rispondono ai solleciti di pagamento.
  • La direttrice Elisabetta Paternò riceverà le famiglie ogni qualvolta se ne presenti la necessità, previo contatto telefonico (0434/625130 scuola). Il presidente Don Carlo Massimo può essere contattato presso la canonica Parrocchiale di Pasiano (0434/625016).
  • Per le giornate di chiusura della scuola e le vacanze fanno fede il calendario scolastico emanato dalla Regione Friuli Venezia Giulia  e gli accordi presi con le scuola del territorio.

  Pasiano di Pordenone, 01 Settembre 2014
   La Direzione

Lo staff

Il personale della Scuola dell'Infanzia "Gesù Bambino" di Pasiano, è composto da:

  • 4 Insegnanti di sezione (Maria, Ada, Giada e Cristina)
  • 1 Coordinatrice delle attività didattico-educative (Elisabetta)
  • 1 Insegnante jolly (Mariella)
  • 1 Educatrice per la Sezione Primavera
  • 1 Cuoca (Vanessa)
  • 1 Ausiliaria (Arlette)

Orari

La Scuola dell'Infanzia "Gesù Bambino" osserva un orario di accoglienza e attività di 8 ore giornaliere, distribuite nei giorni dal Lunedì al Venerdì, con orario dalle ore 08.00 alle ore 16.00.